COSTA RICA

COSTA RICA

Cose da fare - generale

Un viaggio in Costa Rica è sinonimo di natura e pace; d’altronde, da un popolo che non ha un esercito e che tiene in massima considerazione l’ambiente nel quale vive, che altro ci si può aspettare? “Pura Vida” come si dice qua, un invito a vivere le bellezze del paese, dalle spiagge più belle, alle foreste più fitte e meglio conservate, ai vulcani più magici, alle centinaia di specie animali ben protette.

Sia che siate sportivi, ecologici, romantici, o semplici “tipi da spiaggia”, un piccolo ma completo paese vi attende, classificato da alcuni studi come il migliore al mondo per felicità media della popolazione; e allora perchè non farsi contagiare?

Continente Sud America
Lingue parlate La lingua ufficiale è lo spagnolo.
Moneta Colòn del Costa Rica

Storia

Storia L'origine della colonizzazione umana della Costa Rica risale probabilmente al periodo delle glaciazioni del Pleistocene, quando probabilmente lo Stretto di Bering si congelò e iniziarono le prime migrazioni provenienti dal continente eurasiatico. I primi abitanti si dedicavano alla caccia e alla pesca e alla raccolta dei frutti, ma ben presto si andarono sviluppando due tipi di agricoltura di sussistenza: la prima basata sulla coltivazioni dei tuberi (yucca) e l'altra, che prevalse nell'area centroamericana, basata sulla coltivazione del mais e dei fagioli. Grazie a questo tipo di coltivazioni fioriscono nel continente americano le tre grandi civiltà Maya, Azteca (Messico, Guatemala) e Inca (Perù). La Costa Rica fu scoperta da Colombo nel 1502 (Castilla del Oro) durante il suo quarto viaggio, ma la prima penetrazione nell'interno ebbe luogo soltanto nel 1563 quando J. Vásquez de Coronado conquistò il paese e fondò la città di Cartago. Nel corso degli anni furono numerose le battaglie che si susseguirono per liberare il territorio dagli invasori. Nel 1949, dopo la guerra civile, la Costa Rica abolì il proprio esercito. È il primo paese senza un esercito. La Costa Rica è sede della Corte Inter-Americana dei Diritti Umani e Sede dell'Università per la Pace delle Nazioni Unite.

Natura e ambiente

Natura e ambiente Nel 2015 la Costa Rica è stato eletto come il Paese più verde al mondo poiché l'unico ad aver prodotto elettricità al 100% tramite le proprie risorse rinnovabili. La Costa Rica è circondata da vulcani, acque termali, foreste tropicali, paludi, baie e spiagge incontaminate, per non parlare dell'immensa varietà di farfalle, uccelli, anfibi ecc.. PARQUE NACIONAL VOLCAN ARENAL Sorto intorno al cono perfetto del vulcano più attivo e conosciuto del paese, l'Arenal mette in mostra paesaggi grandiosi, in un ambiente di foresta umida tropicale dove vivono numerose specie di piante e animali. La zona è anche apprezzata per le sue acque termali, alimentate dalle pendici del vulcano e ben sfruttate in strutture di ottimo livello. RESERVA BIOLOGICA MONTEVERDE Mondialmente conosciuta come una delle foreste umide tropicali più belle del Centro America, la riserva di Monteverde è in parte formata ancora da bosco primario; qua si possono osservare oltre alle più di 500 specie di farfalle, più di 400 specie di uccelli, tra cui il Quetzal, più di 150 di anfibi e rettili ed anche varie specie di mammiferi, inclusi giaguari e puma. COSTA PACIFICA NORD La regione si estende dai vulcani della cordillera di Guanacaste, fino alle paludi del bacino del Rio Tempisque e le magnifiche spiagge del settentrione della penisola di Nicoya, un paradiso per tartarughe marine e... surfisti! Tra i luoghi più affascinanti spiccano il Golfo di Papagayo, dalle ricchissime acque, meta di pescatori da tutto il mondo, Playa Pan de Azucar, meraviglia naturale circondata da baie profonde e spiagge incontaminate, considerate le migliori del paese, con sullo sfondo catene vulcaniche, Bahia Potrero, perfetta per nuotare, per rilassarsi ed orlata da una soffice spiaggia bruna, fino a Playa Flamingo e Tamarindo, dove si trovano i migliori resort. PACIFICO CENTRALE E' zona di transizione tra due ecosistemi, il più asciutto mesoamericano a nord e l'umido andino a sud e presenta perciò flora e fauna di entrambe. Come risultato, le sue riserve naturali includono splendide spiagge ed impenetrabili foreste abitate da una ricchissima fauna e sono tra le migliori del paese; tra di esse spicca il Parque Nacional Manuel Antonio. REGIONE DEL SUD Che sia per le memorabili onde invidia di ogni surfista, per le battute di pesca sportiva, per le camminate in montagna o per le immersioni fra squali martello, la remota regione del sud è fatta per splendide avventure. Le sue foreste custodiscono una ricca fauna, ma anche isolate comunità e resti di civiltà precolombiane. Eccellenza regionale è il Parque Nacional Marino Ballena, nato per proteggere coralli e scogliere dell'oceano intorno all'Isla Ballena, dove vivono numerose colonie di uccelli fra cui fregate e sule dalle zampe azzurre, ma anche iguane e sauri. Da non perdere Bahia Drake, nella penisola di Osa, conosciuta per gli avvistamenti di delfini e balene. CARAIBI E PARQUE NACIONAL TORTUGUERO Spiagge scintillanti e foreste primordiali, lagune e catene montuose; ancora un'altra meraviglia vi aspetta, il tutto colorato dalle tradizioni della cultura afro-caribeña arrivata dalla Jamaica, che si riflette nei villaggi lungo la costa, come Puerto Viejo de Talamanca, perfetta miscela tra spiagge perfette, surf ed atmosfera rilassante. Creato per proteggere il più importante sito di deposizione delle uova di tartarughe verdi dell'emisfero occidentale, i 190 km quadrati del Parque Nacional Tortuguero, si estendono lungo 22 km di costa e 30 verso il mare, mentre i suo canali corrono attraverso la foresta, creando un labirinto di delta e lagune. La foresta qui è di una bellezza unica, grazie alla varietà di specie e alla ricchezza del terreno; è possibile così avvistare aironi, martin pescatori, tucani, scimmie, iguane tra le altre innumerevoli specie.

Cosa fare

Cosa fare "Cosa fare" in Costa Rica è una domanda cui è quasi impossibile rispondere tali e tante sono le opportunità per il viaggiatore!! Per chi è interessato ad approfondimenti sulla cultura locale non potrà che godere dei numerosi musei o dei teatri che sono concentrati in prevalenza nella capitale San Josè. Ma Costa Rica è da tempo sinonimo anche di sport legati all’ ambiente costiero e fluviale, all’ osservazione della natura e alla visita dei tantissimi Parchi Naturali che sono disseminati nel territorio e che rappresentano un miracolo di biodiversità .

Quando andare

Il paese: in generale non ha grosse variazioni climatiche nel corso dell'anno; presenta una stagione secca (dicembre-aprile) ed una piovosa da maggio a novembre, con brevi ma intense precipitazioni generalmente pomeridiane. Parque Nacional Volcan Arenal e Monteverde: temperature costanti tutto l'anno con massime intorno ai 28°. Costa Oceano Pacifico: temperature costanti tutto l'anno con massime intorno ai 32-35° Parque Nacional Tortuguero: temperature costanti tutto l'anno con massime intorno ai 30°. Parque Nacional Los Quetzales: parco considerato di alta montagna, con clima simile al resto del paese, ma con temperature massime non superiori ai 28° e minime intorno ai 12°.