ECUADOR

ECUADOR

Cose da fare - generale

Mondialmente riconosciuto come la patria delle Galapagos e delle teorie darwiniane, l’Ecuador offre in realtà al visitatore un’esperienza di viaggio completa. Le tradizioni vivono autentiche nei tanti mercati grandi e piccoli del paese, mercati colorati di tessuti, di costumi, di merci e soprattutto di persone che promettono un sorriso ad ogni incontro, mentre sullo sfondo imponenti vulcani regalano cornice ad un paesaggio sempre diverso. Il viaggio si completa con l’emozione della selva profonda, con l’aria limpida dell’altopiano, il mare incontaminato e una fauna tra le più ricche al mondo: c’è sempre qualcosa di cui stupirsi in Ecuador.

Vaccinazione : Consigliata, ma non richiesta, la profilassi antimalarica e contro la febbre gialla per soggiorni prolungati in zona amazzonica. Nel dubbio consultare il medico. Documenti: Passaporto valido 6 mesi dalla data del viaggio.

Continente Sud America
Lingue parlate La lingua ufficiale è lo spagnolo.
Moneta Dollaro USA, vengono accettati ovunque anche Euro.

Storia

Storia Pochi paesi hanno una ricchezza tale di tradizioni locali, tradizioni che si aprono al mondo nei tanti mercati che si incontrano durante un viaggio in Ecuador. Che sia una grande città, o uno sperduto villaggio andino, c'è sempre un luogo di incontro, scambio e vendita delle merci più disparate; oggetti tradizionali, tessuti, alimentari ed anche animali. Dal mondialmente conosciuto mercato di Otavalo, al nord del paese (molto belli i costumi di chi propone o compra le merci), a quello dei fiori di Cuenca; non c'è giorno della settimana che non abbia un'opportunità di acquisto “a km zero”! Non c'è nulla infine di più tradizionale di un soggiorno in hacienda, le tipiche comunità rurali autosufficienti sorte in epoca coloniale e che permettono oggi di “dormire nella storia”, tra edifici, arredi ed eleganza risalenti al XVI – XVII secolo.

Natura e ambiente

Natura e ambiente La parte centrale, vera e propria spina dorsale del paese, è segnata dalla Panamericana sur, la famosa "Avenida de los Volcanes" (altitudine media 3.000 mt), meravigliosa strada che conduce, costeggiata da imponenti vulcani, alla scoperta dei tanti parchi naturali, villaggi e mercati ecuadoreñi. Dal Parque Nacional Cotopaxi, la riserva che circonda il vulcano omonimo, ricca di fauna, a quella del Vulcano Chimborazo, passando per belle città coloniali quali Riobamba, oppure profonde e semi-sconosciute valli che conducono a meraviglie naturali quali la Laguna Quilotoa, verde smeraldo, all'interno di un cratere vulcanico inattivo; c'è storia (ad Ingapirca il più importante e ben conservato sito Inca del paese), c'è natura, ci sono tradizioni (brulicanti mercati affollati da gente nei loro costumi tipici) ed un poco di avventura (un viaggio sul tetto del famoso “treno delle nuvole”).

Cosa fare

Cosa fare FORESTE NEBULOSE Ad ovest di Quito, l'aria umida dell'Oceano Pacifico incontra la Cordillera de los Andes e raffreddandosi dà origine ad un ecosistema di foresta umida sempreverde tropicale, all'interno del quale sopravvivono una quantità e varietà impressionante di organismi, creando una biodiversità in particolar modo di uccelli e piante, davvero unica. A meno di un'ora dalla capitale si ha perciò l'opportunità di osservare e godere queste meraviglie, all'interno delle quali si incontrano comunità indigene, ma anche resti di civiltà pre-colombiane, centinaia di specie di piante, tra le quali meravigliose orchidee, molteplici specie di uccelli, scimmie, insetti ed anche il puma! Da un paio di anni, esiste in zona un lodge esclusivo che unisce l'opportunità di conoscere l'ecosistema della foresta nebulosa e dell'adiacente foresta pluviale ad un soggiorno in pieno comfort, 100% green, totalmente integrato per un perfetto mix di relax e contemplazione. AMAZZONIA Il bacino amazzonico inizia nell'Ecuador orientale, alle pendici delle Ande, dove l'acqua piovana si precipita giù per le montagne per raggiungere fiumi e torrenti che compongono il possente Rio delle Amazzoni. Questo vasto oceano verde è habitat della maggior parte dei diversi ecosistemi terrestri; il 10% di tutte le specie conosciute al mondo vivono qua. Nell'Amazzonia ecuadoreña è possibile trovare confortevoli lodges nella giungla, situati in remote foreste pluviali, grazie ai quali è possibile fare base per scoprire l'esistenza di comunità indigene millenarie, effettuare escursioni per avvistare tucani e scimmie tra le cime degli alberi oppure piranha nelle calde acque dei fiumi locali. Oltre ai soggiorni stanziali, è possibile effettuare crociere fluviali di più giorni, che permettono di arrivare e conoscere zone ancora più isolate.

Quando andare

Via dei Vulcani: sugli altipiani è presente un clima fresco, ma sostanzialmente con poche variazioni durante l'anno. Le temperature diurne oscillano intorno ai 21° di giorno, 8° la notte; esiste un periodo secco, da giugno a settembre e uno più piovoso da ottobre a maggio. Amazzonia: nelle zone orientali amazzoniche del paese le temperature sono più alte di una decina di gradi rispetto all'altopiano e il clima è assai più piovoso, specialmente nei mesi da aprile a giugno. Guayaquil: clima caldo e umido, con temperature medie diurne di 30°, 22° le minime notturne. Da maggio a dicembre si rinfresca appena ma il clima è un po' più secco. Parque Nacional Galapagos: clima caldo e secco sul mare, con temperature medie diurne di 30°, 22° le minime notturne. Da dicembre ad aprile è possibile qualche rara pioggia. La temperatura dell'acqua per immersioni o snorkeling varia dai 26° di dicembre fino ad aprile, ai 17° di giugno fino ad ottobre.